Cambiare L’Acqua ai Fiori – Valerie Perrin

L’autunno è una ninnananna per la vita che tornerà.

Quanta forza, quanto desiderio dirompente di vita può nascondersi nel fiore che attende la primavera? In un cuore che affronta la perdita e sceglie di non lasciarsi andare nell’abisso della disperazione? Violette, la protagonista di Cambiare L’Acqua ai Fiori, ci mostrerà proprio questo: come è possibile resistere agli urti violenti della vita se nel proprio animo si coltiva la forza di donarsi, di condividere, anche il dolore.

Guardiana di un cimitero della Borgogna, Violette Toussaint, si prende cura non solo dei fiori e delle piante che ornano le tombe, segno ultimo di volti che non sono più se non nel ricordo, quanto piuttosto delle tante persone che passando dalla sua casetta accogliente, si recano a trovare i propri congiunti ormai trapassati. C’è sempre una parola di conforto, a volte anche il silenzio, che con un caffè caldo darà la possibilità a queste persone di raccontarsi e svelare i segreti della propria storia. Ma anche Violette ha il suo passato, fatto di amore sempre inseguito e mai corrisposto. Un giorno un poliziotto farà irruzione nella sua sua vita, presentandosi con una richiesta insolita: sua madre recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel paesino, nella tomba di uno sconosciuto signore del luogo. Da questo momento si dispiegherà una storia nelle storie, che come un bocciolo rivelerà a poco a poco legami fino allora taciuti tra vivi e morti e mostrerà quanta vita in realtà ci sia dietro alla morte.

Mi piace ridere della morte, prenderla in giro. E’ il mio modo di esorcizzarla, così si dà meno arie. Burlandomi di lei permetto alla vita di prendere il sopravvento, di avere il potere.

Valerie Perrin ci fa conoscere l’evoluzione di una donna che nella resilienza sprigiona una profonda forza d’animo. Non è stata amata Violette, per gran parte della sua vita, ma nonostante questo è sempre stata capace di donarsi. Conosciamo l’evoluzione di un personaggio che seppure apparentemente sembrerà soccombere agli aventi della vita, il suo restare in piedi di fronte alle tempeste, il suo piegarsi senza mai spezzarsi sarà ciò che le permetterà di rinascere. Riuscire a guardare la vita davanti a sé, perché prima o poi la primavera arriva sempre.

Cambiare L’Acqua ai Fiori è un libro che racconta l’importanza della condivisione per non cadere nella disperazione della solitudine. Donarsi agli altri è ciò che infonde valore alla nostra esistenza e che può farci superare la perdita di una persona amata. È un riparo sicuro dietro cui attendere che passi l’inverno. La storia di Violette, come quella degli altri personaggi che in qualche modo si intrecciano con la sua vita, mostrano come il passato, se non accettato, possa rappresentare un ostacolo nel vivere e far germogliare il presente. Ci sono alcuni dolori che non si potranno mai rimarginare ma siamo sempre davanti ad una scelta: se soccombere di fronte a questi o accettarli, viverli, per poter finalmente realizzare il proprio futuro.

Il passato è il veleno del presente. Rivangare vuol dire un po’ morire.

Una vita senza condivisione è una vita destinata alla disperazione. Violette ci fa comprendere come si possa ritrovare la forza di sorridere aggrappandosi all’essenzialità delle piccole cose. Il prendersi cura è ciò che può ricondurci alla felicità e farci riappacificare anche con chi ci ha fatto del male.

Cambiare L’Acqua ai Fiori è un libro che suona la ninnananna dell’autunno in attesa della vita che tornerà. Una storia dentro altre storie che raccontano l’importanza del donarsi, del vivere nell’essenziale. ⁠

E’ strano come di fronte alla morte i pensieri vadano a rifugiarsi sui ricordi più semplici. Come se la nostra mente avesse bisogno di resettare tutto per non impazzire, di aggrapparsi a quei gesti piccoli che ci riportano lentamente alla cura e all’amore per la vita, come spalancare la finestra facendo entrare l’aria fresca, come cambiare l’acqua ai fiori. ⁠

🖤

Titolo: Cambiare L’Acqua ai Fiori
Autore: Valerie Perrin
Traduzione: Alberto Bracci Testasecca
Casa Editrice: Edizioni E/O
Anno di edizione: 2019
Genere: romanzo
Pagine: 476
Voto: 5/5

Valérie Perrin lavora da sempre nel mondo del cinema e per anni è stata fotografa di scena delle più importanti produzioni cinematografiche francesi, tra cui quelle del marito Claude Lelouch. Con Cambiare l’acqua ai fiori ha vinto il Prix Maison de la presse, il Prix Jules-Renard e il Prix des lecteurs du Livre de poche.

View this post on Instagram

🖤 "Perché si va verso certi libri come si va verso certe persone? Perché siamo attratti da determinate copertine come lo siamo da uno sguardo, da una voce che ci sembra conosciuta, già sentita, una voce che ci distoglie dal nostro percorso, ci fa alzare gli occhi, attira la nostra attenzione e cambierà forse il corso della nostra esistenza?" 🖤⁠ ⁠ È stato proprio così. Come andare verso una persona che mi avrebbe accompagnato ad affrontare un momento difficile, di perdita.⁠ ⁠ "Cambiare L'Acqua ai Fiori " è un libro che come un bocciolo si schiude a poco a poco rivelando tutta la sua essenza, la sua fragranza dolce e intensa. ⁠ È un luogo in cui ripararsi e trovare conforto nell'attesa di ciò che verrà. Una storia che racconta di quanta vita ci sia dietro la morte.⁠ ⁠ Violette, la protagonista, che veste la notte ma sotto indossa il giorno, mi ha fatto riflettere sull'importanza della condivisione, della bellezza delle piccole cose che racchiudono il segreto della felicità.⁠ ⁠ La vita può colpire duramente e lasciare cicatrici che mai si rimargineranno ma se si sceglie di vivere questo dolore, passarci attraverso e accettarlo, si troverà la forza di accogliere la vita davanti a sé e rinascere.⁠ ⁠ Un libro che suona la ninnananna dell'autunno in attesa della vita che tornerà. Una storia dentro altre storie che raccontano l'importanza del donarsi, del vivere nell'essenziale. ⁠ ⁠ ✏️ E' strano come di fronte alla morte i pensieri vadano a rifugiarsi sui ricordi più semplici. Come se la nostra mente avesse bisogno di resettare tutto per non impazzire, di aggrapparsi a quei gesti piccoli che ci riportano lentamente alla cura e all'amore per la vita, come cambiare l'acqua ai fiori. ⁠ ⁠ ⁠ ❣️ Vi è mai capitato che un libro vi aiutasse ad affrontare un momento della vostra vita? ❣️⁠ ⁠ ⁠ ⁠ ⁠@edizioni_eo⁠ ⁠ #bookstagramitalia #instabooker #libridaleggere #readingaddict #bookstagram #booklover #bookstagrammer #bookblogger #bookbloggeritalia #lemieletture #leggeretisalva #leggerechepassione #leggerefabene #lettori #librisuilibri #librodelgiorno #bookinfluencer #librisuilibri #booklife #luglioinpillole #cambiarelacquaaifiori #edizionieo #valerieperrin #smallhoursread #gdl

A post shared by Mariangela Cofone (@the.wee.small.hours.bookblog) on


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.